Lobaria pulmonaria, un prezioso bioindicatore.

Lobaria pulmonaria (L.) Hoffm. è un lichene folioso epifita di grandi dimensioni che vive sulla corteccia di vari alberi (principalmente faggio, castagno, cerro e abete bianco). Presenta talli coriacei e lobati, verde brillante in condizioni di umidità, che diventano grigio brunastri e dall'aspetto cartaceo quando asciutti. Questo curioso lichene è costituito da un fungo ascomiceto e da un'alga verde che vivono insieme in una relazione simbiotica con un cianobatterio: una simbiosi che coinvolge membri di tre differenti regni. Comunemente conosciuto come lichene polmonario, fin dall'antichità è stato utilizzato in erboristeria come antinfiammatorio e recenti ricerche hanno confermato alcune proprietà medicinali degli estratti di questo lichene.

Negli ultimi anni le popolazioni di Lobaria pulmonaria hanno subito un forte declino ed oggi la specie è considerata rara o minacciata in molte parti del mondo e in particolar modo nelle pianure europee. In Italia risulta presente anche se rara lungo l’arco alpino, è estinta dalle aree di pianura del nord mentre è più comune nelle aree montane del centro e del sud. Il declino è stato attribuito alla silvicoltura industriale, alla frammentazione dell’habitat, ai cambiamenti climatici e all'inquinamento atmosferico. Come molte altre specie di licheni L. pulmonaria risulta particolarmente sensibile alle piogge acide poiché la diminuzione del pH riduce la fissazione dell'azoto da parte delle alghe simbionti. L. pulmonaria è in grado di riprodursi sia per via vegetativa sia mediate riproduzione sessuata ma in entrambi i casi le strutture riproduttive si formano quando il lichene ha un'età di circa 25 anni. Ne deriva un potenziale di dispersione estremamente limitato: le stazioni di questo lichene sono spesso caratterizzate da un numero di alberi colonizzati piuttosto basso questo fa sì che il taglio di una porzione di bosco possa causare la scomparsa di un'intera stazione. Questa specie si rinviene soprattutto nei boschi poco disturbati con alberi vetusti e la sua presenza è interpretata generalmente come indice di elevata naturalità di un'area. Lobaria pulmonaria è inserita nella Lista Rossa IUCN dei licheni italiani nella categoria LC. Le foto dell'articolo si riferiscono ad una stazione individuata a circa 1500 m di quota in una delle faggete del Matese meno intaccate dal taglio boschivo.

 

 

 

Please reload

In primo piano...

Italohippus albicornis (La Greca, 1948), specie endemica del Matese.

November 14, 2019

1/10
Please reload

April 30, 2019

Please reload

Articoli recenti
Archivio
Please reload

Cerca per tags