Quando si raccolgono fiori o piante in natura bisognerebbe considerare che nel farlo non sottraiamo all'ambiente soltanto il singolo fiore o la singola pianta: un fiore reciso non produrrà semi quindi con esso elimineremo in un colpo solo tutte le piante che da quei semi sarebbero nate; una pianta sottratta al suo ambiente non potrà più trasmettere i propri geni alle generazioni successive nè questi potranno più interagire con quelli di altre piante della stessa specie presenti in quel luogo. Occorre tener presente inoltre che molte piante, come accade per le orchidee spontanee, impiegano anni per crescere ed arrivare a produrre i primi fiori, evitare di raccoglierli dovrebbe essere un'azione dettata soprattutto dal buonsenso, tuttavia esistono casi in cui raccogliere fiori o piante è un atto illecito punibile dalla legge e quasi sempre chi commette l'illecito non ne è consapevole. Sono diverse le norme per la tutela della flora che annoverano nelle loro liste specie vegetali presenti sul Matese. Alcune sono convenzioni internazionali volte a proteggere determinate specie a livello globale (è il caso di tutte le orchidee spontanee per le quali rimandiamo alla specifica galleria), altre sono normative nazionali o regionali (nel nostro caso emanate dalle regioni Campania e Molise). Impariamo quindi a riconoscere e rispettare la flora protetta delle nostre montagne utilizzando la galleria che segue.

Continua

MateseNostrum

  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
Sito gemellato con Associazione Micologica del Matese
Clicca sul logo per accedere al sito
 
 

Instagram

 

Briofite del Matese

Flora del Matese