La genziana appenninica (Gentiana dinarica Beck) è forse il più appariscente tra i fiori del Matese. La letteratura ufficiale riporta un'unica segnalazione per questa specie in Campania: la pianta fu trovata da Nicola Terracciano (1837-1921), botanico napoletano, per molti anni direttore del Giardino Botanico Reale all'inglese della Reggia di Caserta, che la rinvenne nel...

L'ululone appenninico (Bombina pachypus Bonaparte, 1838) è senza dubbio la specie più minacciata tra gli anfibi del Matese. Attualmente, in assenza di studi specifici, sappiamo ancora pochissimo della sulla sua reale distribuzione sul versante campano del massiccio: fino allo scorso anno la sua presenza ci era nota per una sola località. Per preservare gli animali abbiam...

Please reload

In primo piano...

Ancora una nuova entità per la flora del Matese: Centaurea arachnoidea subsp. adonidifolia.

July 6, 2020

1/10
Please reload

Articoli recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per Tags