Chi ha visitato almeno una volta i monti del Matese avrà scattato sicuramente una foto sulle sponde del lago. Altri avranno campeggiato in uno dei tanti pianori come Campo Braca, magari i più attenti avranno notato la presenza di inghiottitoi oppure si saranno interrogati sul perché dell’esistenza di quell’isolotto stagionale nel lago oppure perché troviamo quelle conche...

16/03/2015

Nell’architettura dell’antica Roma il criptoportico (cripto e porticus = portico sotterraneo) è un corridoio o una via di passaggio coperta. Si poteva trovare al livello del terreno o seminterrato e fungeva da supporto ad una struttura, la quale poteva essere un foro o una villa romana.

Del Criptoportico di Alife scrisse già nel 1776 Gian Francesco Trutta nelle sue “Disse...

Lo scoiattolo comune (Sciurus vulgaris, Linnaeus 1758) è un roditore della famiglia degli Sciuridae. Agile e veloce è indissolubilmente legato alla presenza di alberi. Sul Matese è presente dal piano fino al limite del faggio. Sugli alberi lo scoiattolo costruisce il suo nido, trova il cibo per nutrirsi, si accoppia, prolifica e si rifugia in caso di pericolo. E' lungo c...

01/03/2015

 di Francesco Parisi

 

 

Sono 707 le specie di Macrolepidotteri (farfalle diurne e notturne) conosciute per l’area del Matese. A dispetto di tale numero, la conoscenza sulla lepidotterofauna del Massiccio montuoso è ancora incompleta, soprattutto per le famiglie di Eteroceri (farfalle notturne), e si presume che il numero di specie potrebbe aumentare significativamente se l...

Please reload

In primo piano...

Italohippus albicornis (La Greca, 1948), specie endemica del Matese.

November 14, 2019

1/10
Please reload

Articoli recenti

April 30, 2019

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per Tags