Italohippus albicornis (La Greca, 1948), specie endemica del Matese.

Italohippus albicornis è tra le specie più preziose dell'entomofauna del Matese, si rinviene infatti esclusivamente in una limitata area delle nostre montagne. La specie fu raccolta sul Colle del Monaco e descritta da La Greca nel 1948 come Chorthippus albicornis. Successivamente alcune caratteristiche morfologiche, tra queste le antenne leggermente clavate, la presenza di un rigonfiamento più o meno accentuato lungo la superficie interna dei femori posteriori e l'assenza di denticolazioni o spinulazioni sulla superficie esterna degli stiletti copulatori, portarono alla creazione del genere Italohippus (Fontana P. & La Greca M., 1999) che comprende tre sole specie tutte endemiche dell'Appeni

Uccelli del Matese: il gheppio.

Tra gli uccelli rapaci diurni del Matese il gheppio (Falco tinnunculus Linnaeus, 1758) è la specie più comune ed anche quella di dimensioni minori. Ha infatti una lunghezza totale di soli 30-34 cm, un'apertura alare di 68-74 cm e pesa 110-270 g. E’ facile osservare questi magnifici uccelli mentre scrutano il territorio di caccia appollaiati sui pali o sui cavi delle linee elettriche pronti a scattare non appena avvistano una preda. Il colore è prevalentemente bruno rossiccio e la coda è piuttosto lunga. Nel maschio testa, nuca e coda sono grigie e la coda presenta una lunga fascia nera orlata di bianco nella parte terminale. Il dorso è di un intenso rosso-bruno, le remiganti primarie sono pu

In primo piano...
Articoli recenti
Archivio
Cerca per Tags
  • Facebook Basic Square
Seguici su

MateseNostrum

Sito gemellato con Associazione Micologica del Matese
Clicca sul logo per accedere al sito
 
 
  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon

Instagram

 

Briofite del Matese

Flora del Matese

Licheni del Matese