Un nuovo tassello si aggiunge alla biodiversità del Matese: Phyllodesma ilicifolia.

Dal 2015 ad oggi le nostre ricerche sul campo hanno portato alla individuazione di ben 18 specie di lepidotteri, tra farfalle e falene, che non risultavano ancora segnalate per i monti del Matese. In molti casi si tratta di specie piuttosto comuni e il fatto che non fossero mai state censite in precedenza è imputabile unicamente al difetto di ricerca: l'entomofauna del Matese è ancora lontana dall'essere conosciuta nella sua interezza sebbene diversi progetti di studio attualmente in corso stiano andando in questa direzione grazie soprattutto alla tenacia e alla perseveranza dell'entomologo Francesco Parisi. Ma esistono casi in cui alcune specie sfuggono alle osservazioni perchè presenti sol

Ritrovata una rara libellula: Coenagrion mercuriale (Charpentier, 1840).

L'Azzurrina di Mercurio (Coenagrion mercuriale Charpentier, 1840) è una delle specie di libellule più minacciate del nostro paese. Il nome fa riferimento al caratteristico disegno presente sul secondo segmento addominale dei maschi che ricorda l'elmo di Mercurio. La specie risulta segnalata in Piemonte ed in quasi tutte le regioni dell'Italia centro-meridionale (manca in Abruzzo, Molise e Sardegna) ma negli ultimi anni è andata incontro ad una drastica diminuzione. Per questo motivo la specie è inserita nell’Allegato II della Direttiva Habitat e nella Lista Rossa delle specie a rischio di estinzione IUCN dove viene valutata come prossima alla minaccia (NT). La sua presenza nell'area del Mate

In primo piano...
Articoli recenti
Archivio
Cerca per Tags
  • Facebook Basic Square
Seguici su

MateseNostrum

Sito gemellato con Associazione Micologica del Matese
Clicca sul logo per accedere al sito
 
 
  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon

Instagram

 

Briofite del Matese

Flora del Matese

Licheni del Matese